2011 – Coordinamento cittadini per una città con più persone e meno inquinamento (idea condivisa con altri soggetti ambientalisti)


(le notizie aggiornate dopo la piattaforma programmatica)

logo da me ideato e realizzato con l’ausilio grafico di Simone Fieni

______________________________________________________

23/6/11:  inviato comunicato stampa dopo la riunione dei commercianti ieri sera al mercato delle Erbe

COMUNICATO STAMPA:

Ieri sera al Mercato delle Erbe si è svolto un dibattito organizzato da alcune Associazioni di commercianti (assente diverse importanti sigle) nella quale si chiede, oltre a cose condivisibili quali la riqualificazione del centro, la conclusione delle incompiute, la garanzia della sicurezza dei commerciaanti in particolare nella zona del Piano, la valorizzazione del waterfront, ecc, anche alcune cose che andrebbero ad incidere negativamente sulla qualità di vita dei cittadini e della città in generale.

Il Coordinamento di cittadini per una città con più persone e meno inquinamento si oppone con forza e risolutezza alle seguenti richieste di Gioacchini e i suoi:

“VIABILITA’: viene chiesto di valutare un cambiamento del senso di marcia in C/so Stamira, rendendola a doppio senso fino a Piazza Cavour, (via Simonetti). E valutare la stessa opportunità anche per la Galleria San Martino”. Noi diciamo invece che non serve a nulla, primo perchè la larghezza della galleria e del corso Stamira consentirebbe solo il transito di un serpentone di auto in fila indiana in entrambi i sensi di marcia, di fatto sopprimento tutte le corsie preferenziali dei bus, mezzo da priviligiare per gli spostamenti in centro non da penalizzare; secondo perchè non avrebbe senso sfilare in auto, senza possibilità di parcheggiare lungo i suddetti assi.

“POTENZIAMENTO PARCHEGGI: Gioacchini chiede di valutare la realizzazione di un parcheggio sotto Piazza Cavour (ancora!!!) o in alternativa al Savoia e di realizzare un parcheggio in via XXIX settembre, perchè secondo loro i parcheggi sono insufficienti. Questa bugia è smentita da Mobilità&Parcheggi che dai dati effettivi invece afferma che i posti auto in centro sono occupati dal 75 al 90% della capacità totale.

Noi invece ci opponiamo ad ulteriori parcheggi in centro.

Il Coordinamento di cittadini per una città più persone e meno inquinamento si oppone assolutamente alla vecchia e conservatrice mentalità che vuole più parcheggi, più auto in circolazione con conseguente aumento dell’inquinamento e meno corsie per i bus.

Invece noi desideriamo che l’Amministrazione e gli Amministaratori, come evviene nella città europee e in molte città italiane, Firenze in primis che realizza proprio questi giorni la maxipedonalizzazione del centro, sensibilizzi i cittadini e le categorie economiche ad un uso più eco-sostenibile dell’uso della città, che si ottiene solo con isole pedonali, ben arredate e rivitalizzate con eventi ed iniziative, dove anche i commercianti dovrebbero fare la loro parte, meno auto in circolazione, più parcheggi scambiatori fuori dal centro collegati con navette veloci e frequenti e contenimento di quelli in centro, politiche di promozione e aumento dei bus, con particolare attenzione alla promozione dei mezzi non inquinanti come i filobus e la metro di superficie.

______________________________________________________

28/5/11:

il Coordinamento aderisce all’iniziativa Corrente in Movimento a Marina Dorica domenica 5 giugno 2011.

_______________________________________________________

21/5/11

in tre ore in piazza Diaz abbiamo raccolto quasi 200 firme per la petizione del Coordinamento di cittadini per “Una città con più persone e meno inquinamento”; contro il degrado e il traffico della città e per una città più vivibile!

______________________________________________

14/5/11:

in tre ore in piazza Cavour abbiamo raccolto quasi 300 firme per la petizione del Coordinamento di cittadini per “Una città con più persone e meno inquinamento”; contro il degrado e il traffico della città e per una città più vivibile!

Si replica sabato prossimo, 21 maggio, in piazza Diaz dalle 10,00 alle 13,00.

______________________________________________

2/5/11:

oggi abbiamo tenuto la conferenza stampa di presentazione del Coordinamento di cittadini per “Una città con più persone e meno inquinamento”.



Presentata la piattaforma programmatica ai tre giornalisti del Corriere Adriatico, Il Resto del Carlino e Il Messaggero.

Il Coordinamento di Cittadini si pone come obiettivo la proposizione di iniziative volte a rendere il centro cittadino in particolare, e tutta la città in generale, entrambi più attraenti e vivibili per i vecchi e i nuovi residenti, più attivi da un punto di vista economico e culturale, più puliti, più curati e più verdi nel rispetto della salute e del benessere dei cittadini e dei valori storici, architettonici e paesaggistici della città

In particolare il Coordinamento chiede:

1- il miglioramento della mobilità grazie a

a) all’ampliamento, la creazione ed il potenziamento di percorsi pedonali bene inseriti nel tessuto cittadino,

b) l’ istituzione di zone a traffico limitato (ZTL) tra la Galleria del Risorgimento e Porta Pia,

c) la conservazione e la riqualificazione delle aree verdi, dei giardini e delle piazze, come Piazza Roma (trasformata quotidianamente per metà in un mercato a cielo aperto, forse pittoresco ma poco decoroso per una città capoluogo di Regione), Piazza Pertini (un deserto), Piazza Cavour nel cuore della città (attualmente lasciata in un degrado quasi totale, anche per la stazione dei bus), Piazza d’Armi con le sue collinette d’erba giallo-verde ( pascolo felice di topi e piccioni),

d) una illuminazione pubblica adeguata ed eco compatibile in tutti i quartieri della città, grazie in particolare all’uso di sistemi di energie rinnovabili poco costosi e tuttavia efficienti come già avviene in molte città italiane ed europee.

2- la creazione di parcheggi scambiatori per risolvere il problema dei pendolari e dell’accesso in città (ad esempio al posto della caserma dei Vigili del Fuoco) e l’organizzazione in rete di quelli esistenti, opportunamente segnalati agli automobilisti e collegati con linee di bus-navetta veloci e frequenti. Infatti nuovi parcheggi in centro aumenterebbero soltanto il numero delle auto nelle strade cittadine, l’inquinamento acustico e, soprattutto, le polveri sottili per cui Ancona è oggi una delle città più inquinate d’Italia.

3- il potenziamento del trasporto pubblico, oltre al sistema di navette dai parcheggi scambiatori, è fondamentale per ridurre il traffico automobilistico, a condizione che esso abbia corse più frequenti, poco costose e meno inquinanti possibili. Per questo i mezzi pubblici vanno finanziati ed incentivati e non penalizzati. L’aumento del numero dei filobus, una informazione esauriente su tragitti ed orari, percorsi più veloci grazie alle corsie preferenziali e non ultimo un “calmieramento” (e non un aumento) delle tariffe possono fare la differenza. Inoltre perché non attivare una “metropolitana di superficie” per collegare meglio Ancona con i propri quartieri come Collemarino, Torrette e Palombina, Passo Varano, Valle Miano, Porto? A dispetto della denominazione che evoca -a torto- scavi, gallerie e percorsi sotterranei, la “metropolitana di superficie “ consiste nell’attivazione di fermate intermedie sulla tratta ferroviaria Osimo – Ancona – Falconara che già esiste. Una “metropolitana di superficie” diminuirebbe l’uso delle auto dei pendolari e degli studenti, richiamerebbe più persone da fuori città, darebbe impulso al commercio del Capoluogo e comunque ridurrebbe traffico ed inquinamento.

4- il monitoraggio dell’inquinamento sul territorio attraverso le centraline delle polveri sottili va potenziato e non ridotto, poiché monitorare l’inquinamento significa definire i rischi e proteggere la salute dei cittadini. Per questo è piuttosto ipocrita voler monitorare le polveri sottili alla Cittadella – che è notoriamente un Parco senza auto – e spegnere le centraline nelle aree di maggior traffico cittadino. Va posto un limite all’inquinamento da rumore e bisogna applicare il regolamento sulle strutture esterne ai locali pubblici, strutture che dovrebbero essere mobili e quindi stagionali.

5- il recupero di alcuni contenitori culturali e non della città è altro obbiettivo importante (ex convento San Francesco, ex Fermi, ex cinema Astra e tanti altri) come la creazione di percorsi storici e naturalistici (ad es. quello dal Duomo al Passetto) per rendere Ancona più attraente e vivibile.

Il Coordinamento si impegna con i cittadini a monitorare queste situazioni e chiede con forza al Comune di essere informato e coinvolto nei processi relativi alla sistemazione del traffico, del verde e dell’architettura cittadina, perché la Città è in primo luogo un bene comune.

I suoi amministratori vengono eletti e ricevono la fiducia dei cittadini se sono capaci di una sana e corretta gestione della “cosa pubblica”, in un processo virtuoso in cui gli Amministratori sono chiamati a rispondere e a collaborare con gli Amministrati.

Si tratta di cose certamente note, ma a volte “repetita iuvant” e certi principi vanno ricordati e, di tanto in tanto, ribaditi.

Aderiscono al Coordinamento :

Italia Nostra sezione di Ancona, Circolo “Il Pungitopo” di Legambiente, Comitato Utenti TPL Ancona, UTP Assoutenti, Comitato Mezzavalle Libera, Comitato Mare Libero, i Gruppi Facebook di Daniele Ballanti “No al parcheggio di piazza Cavour, si a nuova mentalità sulla mobilità” e “Ancona città elettrica – abbattiamo le emissioni da CO2”, alcuni cittadini che hanno liberamente partecipato alla redazione della piattaforma.

 ___________________________________________________

31/3/11:

invito tutti i miei amici e persone interessate a diffondere ed invitare gli amici ad aderire al gruppo, nato per il bene della nostra città e dei cittadini, Coordinamento di cittadini “Una città con più persone e meno inquinamento”; presentato il logo ufficiale.

___________________________________________________

8/3/11:

A seguito della mia proposta di coordinare le mosse di Associazioni contrarie al parcheggio sotto piazza Cavour e al pensiero sbagliato in tema mobilità ed ecosotenibilità che vi sta dietro, si è costituito in Ancona il Coordinamento di cittadini “Una città con più persone e meno inquinamento”

Coordinamento Cittadini per “una città con più persone e meno inquinamento”

Il Coordinamento di cittadini ha come obiettivo quello di affermare un modo nuovo di pensare ed agire che riporti le persone nel centro cittadino attraverso la organizzazione, ragionata e razionale, di un programma di iniziative artistiche culturali e commerciali inserite in un contesto di arredo urbano rispettoso del valore storico architettonico dei monumenti della città, rispettoso della salute dei cittadini per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico ed acustico, all’avanguardia per quanto riguarda una mobilità “dolce”. E’ possibile rivitalizzare il Centro Cittadino senza bisogno di nuovi impattanti parcheggi e riducendo anzi l’inquinamento da polveri sottili che ha reso Ancona una delle città più inquinate d’Italia.

Sabato 26 marzo 2011 alle ore 17, presso la I circoscrizione (g.c.) in via Cesare Battisti, nel rione adriatico, incontro tra gli iscritti ai gruppi di facebook ed alle associazioni aderenti per

• la discussione e convalida della presente piattaforma programmatica

• la decisione sulle successive iniziative di carattere pubblico (raccolta firme, manifestazioni etc).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: