estratti di un libro/diario che mi è capitato a caso..

1) “È buio qua intorno, non sento, non respiro, ho paura.. Non mi trovo, non sono nulla.. Sei lontana e io muoio di dolore”

2) “Il tuo seno è un cuscino dove riposare, trovare ristoro. Non è sessuale, é odore di talco e pulizia, è vita, è protezione.. È amore!”

3) “Non posso condividere con te l’unica goccia di acqua che riesco ad elemosinare… Ti odio!”

4) “Come posso vedermi, trovarmi, distinguermi se non mi dai lo specchio, se non mi dici come sono fatto.. Se non mi ami!”

5) “Ci credi ai fantasmi? Alle presenze oscure? Scappavo terrorizzato da un’ombra nera che mi inseguiva.. Venivo da te e mi accucciavo dietro le tue gambe. E ogni paura passava…”

6) “Ridevo felice con te tra i prati, le nuvole basse, i “m’ama, non m’ama” delle margherite, le cacche delle mucche. Lei, lui e l’altro.. Sembrava tutto bello, ma io perdevo sempre, nemmeno in quei pochi momenti eri mia…”

7) “Si può morire d’amore? Si, anche peggio! Morire è lieve, ma annullarsi, farsi male, sfidare il mondo, farsi coprire di sputi, di insulti, di piscio, di melma è ancora peggio…”

8) “Faccio fatica a trovare bei momenti vissuti con te… Eppure ti amavo!”

9) “Tu puoi volare bella farfalla, libera, colorata, io invece no, io striscio… Ma non sono vuoto dentro!”

10) “Sassi bianchi, candidi, un gabbiano sullo scoglio in mezzo al mare, solo… L’orizzonte blu e il nero negli occhi e nell’anima…”

11) “Rosa come lo smalto da unghie, blu come l’ombretto, nero come la matita per gli occhi, bianco come il viso da truccare… Il fiocco azzurro del grembiule da scolaro, Rosso come la vergogna della punizione e del sangue che scorreva dalle ferite auto-provocate dalla lametta…”

12) “Prima lei, poi lui, un altro, un’altra.. Il sole al tramonto riflesso sulle piastrelle del bagno.. I cuccioli di coniglio come fuga dalla guerra, come tregua.. Il candore e la fragilità delle giovani vite indifese..”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: